Cosa vedere a Tromsø, la porta dell’Artico

Cosa vedere a Tromsø, la porta dell’Artico

Tromsø, la più grande città del nord della Norvegia a soli 500 km da Capo Nord. Meta ideale per osservare l’aurora boreale e per visitare questa parte estrema ed incontaminata del paese. Ecco alcuni consigli su cosa fare a Tromsø in un lungo week-end invernale.

Tromsø, la Più grande città del nord

Tromsø è una città di modeste dimensioni con i suoi 70.000 abitanti. Capitale dell’artico incastonata tra montagne, fiordi e isole. È un importante centro culturale a nord del Circolo Polare Artico.

Tromsø è costruita in parte sulla terraferma, Tromsdalen la valle, e in parte su un’isola, Tromsøya dove sorge il centro cittadino. Le estremità della città si sviluppano fino alla seconda isola, Kvaløya, l’isola delle balene, più aspra e selvaggia. Il tutto collegato da ponti e da un complesso sistema di gallerie sotterranee.

Grazie al vicino passaggio della Corrente del Golfo le sue acque restano navigabili tutto l’anno senza mai gelare ed il clima in inverno non scende sotto i -10 gradi. Qui trovi alcuni consigli pratici su abbigliamento e attrezzature.

Per la suggestiva posizione in cui si trova lontano dalle principali attrazioni turistiche, e alla quantità di locali, ristoranti e manifestazioni culturali è un ottima meta per trascorrere qualche giorno immergendosi nella fredda e tranquilla vita ai confini settentrionali dell’emisfero.

Tra il 21 novembre e il 21 gennaio il sole non sorge mai. È la notte polare.

Mentre in estate tra il 21 maggio e il 21 luglio è possibile vedere il sole di mezzanotte.

 

 

L’aurora boreale a Tromsø

Tromso per la sua latitudine al 70° parallelo a 350 km nord dal Circolo Polare Artico è conosciuta come uno dei luoghi migliori per osservare l’aurora boreale. Per la particolare conformazione del territorio che vede un alternarsi di mare, fiordi e montagne, il clima cambia molto velocemente ed è quindi sempre possibile trovare una zona o un momento in cui il cielo si apre per lasciare danzare i colori dell’aurora.

 

Cosa vedere a Tromsø

Il centro storico della città non è particolarmente esteso ma è sicuramente caratteristico ed offre diverse opportunità per trascorrere qualche giornata dedicata a passeggio, cultura ed escursioni naturalistiche.

  • Il porto grazioso è puntellato di vele e imbarcazioni che in inverno vengono ricoperte da un leggero manto di neve e i profili delle case in legno colorate si riflettono nel mare. E’ il luogo ideale per una tranquilla passeggiata. Da qui si raggiunge il piccolo ma grazioso centro storico pedonale.
  • Il centro storico è caratterizzato da piccole abitazioni in legno colorato ed è la città nordica che ne detiene il maggior numero. La più antica risale al 1789. Insegne luminose, lucine sui profili delle facciate, finestre che lasciano intravedere il calore degli interni, profumo di caffè e cannella. E la neve che cade ogni giorno del suo lungo inverno. Un’atmosfera incantevole che rende i giorni e le notti come sospesi nel tempo.
  • La cattedrale in legno di Tromsø si trova nella piazza centrale e risale al 1861.
  • Ishavskatedralen è la “Cattedrale Artica”. Costruita nel 1965 nella zona est è caratterizzata da 11 archi in cemento e alluminio che sono diventati il simbolo della città. L’interno è dominato dalla grande vetrata colorata raffigurante il “Ritorno di Cristo” e dall’organo di 2940 canne alto 9,60 metri.
  • La statua di Roald Amundsen, esploratore leggendario che partito da Tromsø nel 1928 per una spedizione di soccorso si schiantò col dirigibile nei ghiacci del Mar Glaciale Artico.
  • Polaria, centro multimediale che accoglie l’acquario di Tromsø e mostre dedicate al territorio.
  • Polstjerna, il vascello “Stella Polare” visitabile all’interno di un edificio nei pressi di Polaria.
  • Polarmuseet, il Museo Polare si trova nei pressi del porto in un edificio risalente al 1833, racconta delle spedizioni verso il Polo Nord attraverso una collezione di fotografie e oggetti d’epoca.
  • Nordnorsk Kunstmuseum è considerato un importante museo norvegese che affronta temi rilevanti per i territori nordici, quali i cambiamenti climatici, la sussistenza, la vita comunitaria e le popolazioni indigene. Ospita opere di Edvard Munch e altri artisti dal periodo romantico a quello contemporaneo.
  • Fjellheisen, la funivia che porta in cima la monte Storsteinen a 421 m di altezza, da cui si può godere di una splendida vista della città, del mare e dei fiordi.

 

Escursioni a Tromsø

Tromsø è un ottimo punto di partenza per organizzare escursioni di qualsiasi tipo.

  • Escursioni in slitta trainata da husky nella aspra e innevata isola di Kvaloya
  • Giri in slitte trainate da renne nelle terre dei Sami
  • Visite ad accampamenti sami e pranzo nelle tipiche tende laddu
  • Pesca su ghiaccio
  • Camminate su ciaspole o sci da fondo
  • Notti in cottage tipici o sotto pelli di renna nei laddu
  • Crociere tra i fiordi
  • Whale watching
  • Caccia alle aurore boreali in bus fino alle 2/3 di notte con spostamenti che arrivano fino in Finlandia per raggiungere zone di cielo buio e aperto.
  • Oppure navigando in battello per vederne i riflessi nelle acque

Su Get Your Guide e Tripadvisor puoi prenotare in sicurezza le tue escursioni.

 

Come arrivare a Tromsø

Tromsø è servita da voli diretti dalle principali città norvegesi come Oslo, Bodo, Alta, Hammerfest.

Le migliori compagnie per arrivare a Tromsø sono Sas e Norwegian con scalo ad Oslo o a Londra. Il costo va dai 300 ai 400 euro. Per ottenere prezzi migliori conviene prenotare con molto anticipo.

Dall’aeroporto al centro si può prendere il Flybuss che ferma presso i principali hotel della città.

In alternativa una corsa in taxi dall’aeroporto al centro ha un costo di 25 €.

In auto il percorso dal sud è piuttosto lungo. La strada principale che porta al nord è lunga oltre 3100 km, mentre da Capo Nord dista 546 km.

La compagnia Hurtigruten dei famosi postali dei fiordi offre viaggi giornalieri da Bergen all’estremo nord effettuando 34 scali lungo il percorso. Da Bergen a Tromsø ci vogliono 3 giorni con bellissime tappe intermedie.

 

Qui puoi trovate tutte le indicazioni per organizzare e prenotare un viaggio in Lapponia.

 

Leggi anche:

ABBIGLIAMENTO E CONSIGLI PRATICI PER UN VIAGGIO IN LAPPONIA

VORRESTI ORGANIZZARE UN VIAGGIO MA NON SAI DA DOVE COMINCIARE?

AURORA BOREALE: DOVE E QUANDO VEDERLA

 

     

    Seguimi anche su Facebook e Instagram!

    Viaggio in California

    Viaggio in California

    Partire per un viaggio in California, lo stato americano affacciato sull’oceano Pacifico, percorrendo i suoi 1300 km di deserti, montagne e costa selvaggia dove le onde si infrangono su ripide scogliere e accarezzano le lunghe spiagge bianche tanto amate da chi pratica surf. Il profumo del mare immenso all’orizzonte e dei cipressi che si piegano al volere del vento, leoni marini, condor e balene migranti che si contendono queste terre che nonostante la vicinanza con due grandi metropoli riescono ad essere ancora per lo più disabitate e ricche di fascino.

    Oggi ti racconto il mio viaggio in California!

    Come organizzare un viaggio in California

    La California offre diverse opportunità e tipologie di viaggio differenti ma è davvero uno stato molto grande. È quindi d’obbligo avere una macchina e definire quanto si ha voglia di spostarsi durante la vacanza.

    Cosa vedere in California? 

    • Grandi metropoli
    • Località marittime
    • Deserti
    • Colline e vigneti
    • Parchi nazionali

    C’è solo l’imbarazzo della scelta!

    In Viaggio a Los Angeles

    Los Angeles suscita una grande curiosità nelle persone per la fama mondiale che ha avuto negli anni in campo cinematografico. Hollywood, Sunset Boulevard, gli Studios e i tanti personaggi famosi che vi abitano e vi lavorano e che potresti incontrare passeggiando in Rodeo Drive.

    La città è grande…ma veramente grande. Ha un’estensione di 6300 km²!

    Un episodio divertente di quando ci sono stata riguarda una delle vie principali, la famosa Hollywood Boulevard. Avevamo dato appuntamento ad amici pensando che sarebbe stato comodo per tutti…peccato che questa stradina arrivi al numero civico 8000 o giù di lì. E il traffico non aiuta. Quindi attenzione. Pensa che la Sunset Boulevard è lunga ben 21 miglia!!!

    Inutile dire che è necessario avere una macchina se ti vuoi muovere. Puoi visitare il centro città oppure spostarti sul lungo mare. Se sei della mia generazione non potrai non ripensare a “Baywatch” quando ti affaccerai sulla spiaggia di Santa Monica!

     

    Cosa vedere in città

    • Hollywood. Questa zona è un luogo storico da visitare. Hollywood Boulevard col Walk of Fame, il Chinese Theatre, El Capitan Theatre e il Sunset boulevard in particolare il Sunset strip, tratto ricco di locali notturni, ristoranti e hotel.
    • Il Golden Triangle, tra cui la più nota Rodeo Drive, con le boutique esclusive, i ristoranti, gli hotel e le gallerie d’arte più lussuose al mondo. E ancora le grandi ville dei divi di Hollywood a Beverly Hills tra parchi e giardini, palme e case in stile coloniale.
    • Hollywood sign e Griffith Observatory se vuoi godere di una vista privilegiata sulla città.
    • Getty museum. Se ami l’arte questo museo ospita importanti collezioni dal rinascimento ad oggi.
    • Il Business District, centro finanziario e cuore pulsante dell’industria bancaria californiana con alti grattacieli che svettano nel cielo.
    • El Pueblo e Olvera Street. Questa è la zona più antica della città fondata nel 1781 dove tra le botteghe e le bancarelle variopinte si respira aria messicana!

    Le Spiagge di Losa Angeles

    • La bellissima Santa Monica, alte scogliere e litorali sabbiosi molti dei quali ancora selvaggi. La vista da Palisandes Park è mozzafiato, soprattutto al tramonto. Regno di surfisti e musei celebri in tutto il mondo, famosa per il suo Pier, lunga passerella con locali, ristoranti, zona di pesca e luna park. Molto carina la cittadina e la Third Street Promenade per passeggiare tra negozi e localini. Oppure rilassarsi sulla bella spiaggia famosa per le scene girate nella serie tv di Baywatch.
    • Malibu, inserita in un contesto naturalistico molto interessante sia sul mare che nell’entroterra. Bellissime le spiagge selvagge dai tramonti indimenticabili adatte soprattutto per chi vuole praticare surf. In particolare la Surfrida Beach, la spiaggia dalle onde perfette. In questa zona si trovano molte case dei divi di Hollywood.
    • L’eccentrica Venice Beach col bel lungo mare animato da artisti di strada e bancarelle.
    • Long beach, sulla costa meridionale nella penisola di Palos Verdes, ha una bella spiaggia lunga 9 km adatta per le famiglie. Palme e oceano, case e palazzi moderni dove l’atmosfera alla moda porta la gente di LA a rilassarsi per una passeggiata e un buon caffè.

    Nei dintorni di Los Angeles

    • Universal Studios con parco divertimenti e visita degli Studios di registrazione con i set cinematografici di alcuni film storici.
    • Disneyland ad Anaheim, 40 km a sud da Los Angeles.

    Escursioni da Los Angeles

    Spostandosi verso l’interno arriverai nella cittadina di Palm Springs da cui ha inizio il deserto del Mojave. Qui si trovano l’affascinante Joshua Tree National Park e la rovente Death Valley. Proseguendo si arriva fino a Las Vegas, distante quattro ore da Los Angeles. Sei viaggi in questa direzione fai una sosta a Calico, la città fantasma dell’età dell’oro.

    In viaggio a San Diego

    Verso sud puoi arrivare a San Diego con i suoi grandi parchi e le lunghe distese di sabbia.

    San Diego per la sua posizione privilegiata poco distante dal Messico e per il clima sempre caldo offre le migliori spiagge della California per nuotare e prendere il sole. E’ un’affascinante città non eccessivamente grande dal sapore ispanico.

    La zona è quella legata alla sua storie e cultura.

     

    Cosa vedere in città

     

    • Gaslamp Quarter, quartiere storico dai lampioni a gas, rinomato per i negozi, i ristoranti, i locali e i palazzi d’epoca
    • Old town, il borgo antico a 6 km a nord dalla città, dove si sentono ancora forti le origini ispaniche tra le vie e i vecchi edifici restaurati
    • La bellissima Missione di Alcalá eretta nel 1769

    Se ami i parchi divertimento puoi visitarne uno dei tanti che sorgono in questa zona.

    • Lo zoo Safari Park o il Sea World, anche se io non amo gli zoo
    • Legoland a Carlsbad
    • Balboa Park

    Le spiagge di San Diego

    Dalla contea di Orange al confine messicano ci sono 112 km di spiagge dalla sabbia fine, scogli e insenature. Le spiagge sono davvero tante.

    • Tra queste puoi visitare l’insenatura de La Julla Cove, anche se piuttosto affollata e Coronado Beach dalla vegetazione rigogliosa
    • Dirigiti al Tourmaline Surfing Park Beach se il surf è la tua passione
    • Se preferisci la tranquillità scegli Batiquitos Lagoon, Torrey Pines State Beach oppure Chula Vista Nature Center

    Chi visita San Diego difficilmente resiste alla tentazione di spingersi più a sud, oltre il confine col Messico, nella città di Tijuana nella bellissima Baja California.

     

    In viaggio a San Francisco

    San Francisco è una città che ingloba le caratteristiche di una tipica metropoli americana con un fascino decisamente Europeo. Direi che è una delle più belle città che abbia visitato in America! Ci sono diversi quartieri interessanti con caratteristiche diverse l’uno dall’altro.  Il molo, il centro finanziario, la baia del Golden Gate o l’isola di Alcatraz…

    Molto belli sono i contrasti che questa città offre. Bellissime case vittoriane color pastello circondate da piacevoli giardini e alti grattacieli che si protendono nel cielo alle loro spalle. Grandi vialoni e metropolitane ma anche piccole strade con un alternarsi di sali scendi sulle colline su cui è costruita la città che lasciano intravedere scorci di mare e sono percorse dai Cable car, dei vecchi tram su rotaie senza motore.

    La città è più fredda trovandosi piuttosto a nord. E’ possibile ritrovarsi avvolti dalla nebbia in pieno agosto oppure avere un cielo turchese e una leggera brezza che diffonde ovunque il profumo del mare. Puoi fare un giro in battello nella baia oppure noleggiare una bicicletta e goderti la tranquillità che questa città, seppur grande, ha da offrirti.

     

    Cosa vedere in città

    • Fisherman’s wharf e il famoso Pier 39, con i leoni marini che si scaldano al sole e i numerosi locali, negozi e ristoranti dove poter mangiare del buon pesce o acquistare qualche souvenir.
    • Isola di Alcatraz col penitenziario, visitabile con tour abbinato al giro in battello della baia. Le code per i biglietti possono essere addirittura di giorni, quindi se vuoi andare acquistali online.
    • Golden Gate Park, museo delle scienze e giardini botanici in questo bellissimo parco. E ovviamente il Golden Gate lungo ben 2700 metri che arriva alla graziosa cittadina di Sausalito. Puoi noleggiare una bicicletta per visitare il parco, attraversare il ponte ed arrivare pedalando per un piacevole pranzo nei suoi ottimi ristoranti oppure per un pic-nick sulla spiaggia con vista privilegiata su San Francisco.
    • La China Town di San Francisco è la più antica e grande degli Stati Uniti. Negozi, locali, templi e dragoni.
    • Financial District, il cuore economico della città con grattacieli, centri commerciali, hotel e musei.
    • Nob Hill e Alamo Square con le deliziose casette dai colori pastello, il City Hall e Lombard Street la strada a zig zag dagli stretti tornanti avvolti da aiuole fiorite e lussureggianti.
    • Non perderti un giro della città con i Cable car, una via di mezzo tra le vecchie carrozze e i nostri tram. La caratteristica è che si muovono tra le colline della città senza bisogno di motore!

     

    Nei dintorni di San Francisco

    Sulla costa a poca distanza da San Francisco trovi graziosissime cittadine di mare da raggiungere in macchina.

    • Monterey con promontori rocciosi, i cipressi piegati e protesi verso il mare, il grande acquario. Passeggia sul Fisherman’s Wharf e fermati in qualche ristorantino per gustare specialità di pesce tipiche della zona come la Clam Chowder, zuppa di panna e vongole servita dentro a una grande pagnotta di pane o il fritto di molluschi da mangiare passeggiando. Visita la penisola di Monterey percorrendo la 17 mile drive, percorso molto carino da fare in macchina che collega Monterey a Carmel.
    • Carmel un gioiello di paese con la bellissima Missione, le stradine ordinate e le casette in stile fiabesco.

     

    Escursioni da San Francisco

    • Da San Francisco puoi dirigerti verso sud e percorrere tutta la Big Sur sulla highway 1 che ti porterà a Los Angeles attraverso scenari costieri mozzafiato, cascate che precipitano nel mare, ponti vertiginosi sull’oceano e spiagge selvagge e incontaminate sferzate dal vento.
    • Se il vecchio western ti affascinata non puoi evitare di fermarti a Bodi, una città fantasma molto suggestiva con tipiche case, saloon, chiesetta e cantieri dell’età dell’oro.
    • Oppure puoi addentrarti tra i vigneti delle dolci colline di Napa Valley, la toscana californiana, per un tour da appassionati di vino tra le famose cantine del paese.
    • O ancora risalire le montagne della Sierra Nevada fino ad arrivare ai bellissimi parchi nazionali di Yosemite, Sequoia e Kings Canyon dove alte montagne svettano maestose tra foreste di sequoia giganti e cascate che precipitano eterne nelle verdi valli sottostanti. Se passeggi nei sentieri di questi parchi potresti incontrare qualche animale selvatico. Attenzione in particolare agli orsi!
    • Se hai ancora voglia di viaggiare puoi attraversare la caldissima Death Valley, estremamente affascinante con i suoi paesaggi lunari ed arrivare a Las Vegas oppure rientrare verso Los Angeles.

    Come puoi vedere la California ha tantissimo da offrire. Puoi decidere di girarla tutta o solo una parte oppure puoi abbinarla ad altri stati limitrofi quali ad esempio il Nevada con Las Vegas, l’Arizona col Grand Canyon o lo Utah con parchi nazionali da toglierti il fiato. Ma di questo ti parlerò al prossimo post!

     

    Per adesso goditi il tuo viaggio in California! 


    ORGANIZZA IL TUO VIAGGIO IN California

    Fase 1 → IL VOLO

    Trova il volo e prenota.
    I migliori siti per confrontare i prezzi e scegliere le date migliori per risparmiare sono Momondo, Kayak Explore e Skyscanner.

    Fase 2 → HOTEL

    Scegli il tipo di pernottamento che preferisci a seconda del budget o del tipo di vacanza che vuoi fare.

    Fase 3 → AUTO

    Se hai bisogno di un’auto su Rentalcars puoi trovare le migliori offerte di tutte le compagnie del luogo, confrontare i prezzi e scegliere la macchina giusta per te.

     

    Fase 4 → PRENOTAZIONI EVENTI, ATTRAZIONI, MUSEI

    Se vuoi toglierti il pensiero e prenotare in anticipo su Tripadvisor hai la possibilità di prenotare le principali attrazioni, tour e ingressi a mostre, parchi e musei.

     

    COSA ASPETTI? DECIDI, PRENOTA E PARTI!

     

    Cosa vedere in Andalusia, terra dai profumi e dai sapori mediterranei

    Cosa vedere in Andalusia, terra dai profumi e dai sapori mediterranei

    L’Andalusia è una regione meridionale della Spagna. Durante un viaggio a Siviglia ho avuto la possibilità di noleggiare un’auto ed esplorare i dintorni e ne sono rimasta affascinata. Terra dai colori, profumi e sapori antichi plasmata da antiche culture tra l’Oriente e l’Occidente. E’ una meta facile da raggiungere ed economica grazie ai numerosi voli low cost. Per questo l’Andalusia è ricca di cose da fare e da vedere. Ecco qualche suggerimento per trascorrere delle giornate  all’insegna del relex e del divertimento.


    Andalusia, una terra dal fascino d’Oriente

    L’Andalusia è una regione a sud della Spagna affacciata sul mare Mediterraneo e sull’Atlantico, con gli interni che alternano montagne rocciose a dolci colline fiorite e a magnifici uliveti. Una terra arsa dal sole in cui la storia ha creato una mescolanza di stili grazie alla collaborazione di cristiani, arabi ed ebrei che hanno abitato queste terre lasciandoci un patrimonio artistico e architettonico unico e straordinario.

    Una regione che ci offre prodotti e sapori Mediterranei di grande qualità, dal profumatissimo olio d’oliva, allo sherry che viene normalmente utilizzato per accompagnare i prelibati frutti di mare, il prosciutto Serrano tagliato al coltello e i pomodori con cui si preparano deliziose bruschette. Sapori e profumi intensi di una terra calda e accogliente dove la vita e l’allegria sono radicate in ogni abitante.

    Visitare l’Andalusia significa esplorare campagne e riserve naturali di una bellezza pura e selvaggia andando alla ricerca di piccoli villaggi arroccati sulle montagne, i Pueblos Blancos, immergersi nella vita delle città andaluse avvolte dal profumi degli aranceti e ricche di arte e cultura, visitare moschee incredibili, palazzi moreschi, cattedrali cristiane o rilassarsi sulle belle spiagge della costa del Sol e de Luz.
    Ecco nel dettaglio alcune idee su cosa fare e cosa vedere in Andalusia!

     

    SIVIGLIA, CAPITALE DELL’ANDALUSIA

    Siviglia è una città dal fascino multiculturale. Se vuoi immergerti completamente nelle sue tradizioni e nei suoi costumi potresti visitarla nel periodo pasquale quando si celebra la Semana Santa, oppure durante la Feria de Abril, festa tradizionale che attira ogni anno un gran numero di turisti.

    L’architettura di Siviglia è un incrocio di arte romana, moresca, medievale, rinascimentale e barocca.

     

    COSA VEDERE

    • La zona più caratteristica è il pittoresco Barrio de Santa Cruz, un tipico quartiere andaluso, vecchio quartiere ebraico e medievale, con i bianchi vicoli, i patios ornati di fiori, le piazzette nascoste, i caratteristici negozietti e piccoli locali in cui fermarsi per apprezzarne l’atmosfera. Ovunque si respira il dolce profumo degli aranci in fiore. Qui si trovano le principali attrazioni della città come la cattedrale e l’Alcazar, entrambe Patrimonio dell’Unesco.
    • La Cattedrale gotica che conserva la tomba di Cristoforo Colombo  con la famosa torre campanaria della Giralda, antico minareto della moschea almohade in stile moresco da cui si può godere di un bellissimo panorama. Bellissimo anche il patio interno con la fontana immersa in un giardino di aranci.
    • Sontuosi palazzi con giardini magnificamente realizzati primo fra tutti il Real Alcàzar la cui architettura è un incrocio di influenze cristiane e musulmane. Saloni, cortili, archi, decorazioni in piastrelle di ceramica smaltata, Azulejos, e ancora giardini sontuosi con fontane e scorci incantevoli.
    • La maestosa Plaza de España che si estende per 50.000 metri quadrati con due alte torri ai lati, i canali che la separano dal parco in cui è possibile noleggiare barchette a remi, le sue meravigliose decorazioni in piastrelle di ceramica e le fontane.

     

     

    CORDOBA

    Cordoba è stata per lungo tempo capitale dell’impero islamico e a lungo è stata considerata la vera capitale della Spagna e la città più popolosa d’Europa.
    La sua magnifica moschea e i famosi patios tra viuzze acciottolate, nicchie nascoste, piastrelle decorate, alberi di arancio e limone intensamente profumati, cancelli e grate in ferro battuto e piccole botteghe rendono questa città molto piacevole e ricca di fascino.

    Tra le cose assolutamente da vedere e che vale da sola una visita a Cordoba è la Mezquita, la grande moschea vecchia di dodici secoli. Camminare attraverso il suo colonnato interno composto da ben 850 colonne di granito lascia senza fiato. Nicchie dorate ricche di decorazioni e il patio col suo rigoglioso giardino di aranci. Nel ‘500, nel cuore della moschea riconsacrata venne distrutta una parte per costruirvi la cattedrale cristiana. L’effetto di veder sorgere una cattedrale all’interno di una moschea è molto suggestivo.

     

    GRANADA

    Città giovane e vivace grazie alla presenza di molti universitari.

    Passeggiando per i suoi vicoli caratteristici sempre pieni di gente sorridente, locali e ristoranti in cui poter gustare tipiche tapas, arriverai alla bellissima Alhambra, dimora dei sovrani musulmani e monumento più significativo della città. Costruita sulle rovine di una cittadella aveva inizialmente lo scopo di fortezza ma successivamente venne integrata con meravigliosi cortili, fontane e giardini, resi ancor più belli da giochi di luci ed ombre sorprendenti. Affascinante il contrasto tra la rigidità dell’esterno e l’eleganza e la raffinatezza degli interni. Visto l’elevato numero di turisti che la visitano ogni giorno, è consigliabile prenotare la visita in anticipo.

    Merita una visita anche l’Albacìn, l’antico quartiere in cui si stanziarono i Mori dopo la Reconquista. Anche qui possiamo trovare le tipiche caratteristiche dei paesi andalusi che lo rendono la parte più caratteristica della città.

    Sia l’Alhambra che l’Albacìn sono patrimonio dell’Unesco e sono due delle tappe più importanti da vedere in Andalusia.

    COSA VEDERE E COSA FARE LONTANO DALLE CITTà

     

    I PUEBLOS BLANCOS

     

    I Pueblos Blancos sono dei caratteristici paesini dalle case dipinte di bianco arroccati sulle montagne e circondati da uliveti. Le piccole vie molto strette e anguste sono abbellite da vasi fioriti. Passeggiando in queste strade sembra di tornare indietro nel tempo dove il ritmo della vita è molto diverso da quello delle grandi città. La tranquillità, il silenzio, il caldo e il suono delle cicale. Il profumo della campagna, i panni stesi al sole mossi dal vento. Anche senza particolari attrazioni il loro fascino è grande e girando in tranquillità tra queste colline capita di fermarsi in posti non pianificati che catturano la nostra attenzione.

    Arcos de la Frontera, Vejer de la Frontera, Zahara de la Sierra, Alhama de Granada sono solo alcuni dei tanti bellissimi pueblos presenti in Andalusia.

     

    RONDA

    Tra questi spicca Ronda piccolo villaggio costruito su uno strapiombo roccioso alto 160 m che taglia la città in due riunendola grazie allo spettacolare Puente Nuevo. Il paese ha tipiche caratteristiche arabe con case bianche, piccole stradine e balconcini fioriti che lo rendono molto piacevole da visitare anche se abbastanza turistico rispetto ad altri.

     

    COSTA DEL SOL E COSTA DE LUZ

    Tra Malaga e Cadice si trovano le soleggiate Costa del Sol e Costa de Luz, un susseguirsi di spiagge urbane e attrezzate molto turistiche all’insegna del divertimento come quelle di Malaga e Torremolinos alternate a insenature più tranquille e di elite come Marbella o inserite in Parchi Naturali dalla natura più selvaggia sferzate dal vento, con montagne verdi e scoscese alle spalle punteggiate dai Pueblos Blancos.

    Tra Malaga e Gibilterra abbiamo la costa del Sol, mare, sole e divertimento su spiagge molto turistiche e affollate.

    Al fondo si arriva allo stretto di Gibilterra dove con una funivia si può salire in cima alla roccia e osservare in lontananza i monti del Nordafrica e la città di Tangeri in Marocco che si profilano oltre il mare e a cui è possibile arrivare con gite in battello da fare in giornata.

    Oltre Gibilterra inizia la costa de Luz affacciata sull’oceano Atlantico dove le spiagge si fanno più solitarie, selvaggie e sferzate dai venti ma decisamente più belle e affascinanti se siete alla ricerca di bellezza e natura incontaminata o se siete amanti del windsurf.

    Cadice è protesa fuori dalla baia quasi interamente circondata dall’acqua è può essere considerata una delle città più antiche d’Europa fondata da Ercole secondo la leggenda e dai Fenici nel 1100 a.C. secondo la storia. La città ha un carattere moresco, il porto molto attivo, le viuzze strette e caratteristiche, le piazzette piccole coi tanti mercati sempre affollati e la cattedrale barocca-neoclassica, una delle più grandi d’Europa.

    Il nord di Cadice è la patria dello Sherry con le sue colline coltivate a vigneti e da qui si può rientrare verso Malaga passando dall’interno, da Ronda e dal percorso dei Pueblos Blancos.

    Trascorrere qualche giorno in Andalusia col suo calore, i sapori, i profumi e il suo meraviglioso patrimonio artistico ti lascerà un bellissimo ricordo nel cuore. La primavera in particolare è il momento ideale grazie ad un clima non troppo caldo e aranceti e colline in fiore.

    Puoi volare a Malaga o a Siviglia con voli low cost e noleggiare un auto per esplorare la zona. Le città sono tutte piuttosto vicine e sono facilmente raggiungibili anche percorrendo le belle strade secondarie che ti daranno la possibilità di godere del paesaggio e di fermarti in qualche Pueblos Blancos che attirerà la tua attenzione. Se vuoi solo un consiglio, non entrarci con la macchina…potresti non riuscire più ad uscirne!

     

     

    Leggi anche:

    Vorresti organizzare un viaggio ma non sai da dove cominciare?

    Voli in Europa low cost a partire da 20€ per aprile e maggio!


    ORGANIZZA IL TUO VIAGGIO IN ANDALUSIA

    Fase 1 → IL VOLO

    Trova il volo e prenota.
    I migliori siti per confrontare i prezzi e scegliere le date migliori per risparmiare sono Momondo, Kayak Explore e Skyscanner.

    Fase 2 → HOTEL

    Scegli il tipo di pernottamento che preferisci a seconda del budget o del tipo di vacanza che vuoi fare.

     

    Fase 3 → AUTO

    Se hai bisogno di un’auto su Rentalcars puoi trovare le migliori offerte di tutte le compagnie del luogo, confrontare i prezzi e scegliere la macchina giusta per te.

     

    Fase 4 → PRENOTAZIONI EVENTI, ATTRAZIONI, MUSEI

    Se vuoi toglierti il pensiero e prenotare in anticipo su Tripadvisor hai la possibilità di prenotare tour e ingressi a musei, moschee, palazzi.
    In particolare per Alhambra, Mezquita , Catterale di Siviglia e Real Alquàzar è consigliabile prenotare in anticipo per evitare lunghe code.

    Altre info su Andalusia Spagna

     

    COSA ASPETTI? DECIDI, PRENOTA E PARTI!

     

    Voli in Europa low cost a partire da 20€ per aprile e maggio

    Voli in Europa low cost a partire da 20€ per aprile e maggio

    Il lungo ponte Pasquale si avvicina ma se non sei partito d’anticipo i costi possono essere già piuttosto alti. L’alternativa è aspettare di trovare qualche offerta dell’ultimo minuto oppure partire qualche giorno di un altro week end di aprile o maggio.

    Ho trovato per te alcuni voli a partire da 20€!

    Londra, Parigi, Madrid, Vienna, Budapest, Siviglia e Bruxelles low cost 

    Spesso troviamo post e pubblicità di voli super economici ma quando poi proviamo a cercare non troviamo mai realmente l’offerta sul week end o su destinazioni interessanti. Il motivo è che la ricerca per trovare prezzi vantaggiosi tra le tante offerte sia sull’andata che sul ritorno è piuttosto lunga e impegnativa.

    Per questo l’ho fatto io per te! Ho scelto alcune delle offerte di voli low cost per l’Europa più interessanti sul mese di aprile e maggio ma se sei interessato affrettati perché i posti più economici finiscono velocemente!

    Su Parigi e Londra si trovano sempre ottimi prezzi ma in Europa ogni capitale nasconde una bellezza unica.

    Vienna, città austriaca dal grande fascino reale, Madrid col suo calore, i vicoli caratteristici e i grandi vialoni, Budapest, capitale dell’est sempre più apprezzata.

    Le mie preferite tra le offerte di aprile e maggio sono Bruxelles e Siviglia, sicuramente le meno conosciute ma a mio avviso più interessanti ed economiche.

    Bruxelles è una bellissima città delle Fiandre dal fascino medievale che accosta storia e modernità. Tante zone affascinanti con piccoli locali in cui fermarsi, la grande piazza centrale patrimonio dell’Unesco e l’imponente cattedrale gotica.

    Dalla stazione centrale è possibile prendere il treno per spostarsi verso due cittadine più piccole delle Fiandre di cui mi sono innamorata, Ghent e Bruges.

    Se hai più tempo a disposizione puoi pensare di noleggiare un auto e visitare le Fiandre con più calma. Ne rimarrai affascinato!

    Siviglia è un gioiello dell’Andalusia dove tradizioni e influenze europee e nord africane si fondono in un mix unico. In primavera le strade sono impreziosite dagli aranci in fiore che invadono i vicoli con il loro profumo intenso. Una città da vedere assolutamente.

    Con qualche giorno in più a disposizione vale la pena approfondire la conoscenza dell’Andalusia. L’influenza moresca ci ha lasciato un patrimonio architettonico unico come come l’Alcázar di Siviglia, la moschea cattedrale Mezquita di Cordova e l’Alhambra di GranadaRimarrai meravigliato da tanta bellezza!

    Ecco le tariffe dei voli che ho scelto per te su viaggi di 3 notti!

    Aprile

    Da Milano

    • Parigi          58€ Ryanair               gio 11 apr-dom 14 apr
    • Londra       48€ Ryanair               sab 27 apr-mar 30 apr
    • Vienna        49€ Laudamotion    sab 13 apr-mar 16 apr
    • Madrid       84€ Ryanair               sab 13 apr-mar 16 apr
    • Bruxelles    65€ Ryanair              sab 13 apr-mar 16 apr

    Da Roma

    Maggio

    Da Milano

    • Siviglia         48 € Ryanair           sab 25 mag-mar 28 mag
    • Bruxelles    29€ Ryanair             gio 16 mag-dom 19 mag
    • Madrid        38€ Ryanair             sab 18mag-mar 21 mag
    • Londra        20€ Ryanair             ven 10 mag-lun 13 mag
    • Bruxelles    29€ Ryanair             gio16 mag-dom 19 mag
    • Vienna        20 € Laudamotion  gio 23 mag-dom 26 mag

    Da Roma

    • Londra        42€ Ryanair             sab 11 mag-mar 14 mag
    • Bruxelles    29€ Ryanair             sab 18 mag-mar 21-mag
    • Budapest    59€ Ryanair             ven 3 mag-lun 6 –mag

    Cerca sui link delle compagnie aeree o vai su Momondo per vedere tutte le proposte. Inserisci le date che ti ho indicato e scegli il tuo volo.

     

    Hai trovato qualcosa di interessante? Fammi sapere se ti sono stata d’aiuto!


    ORGANIZZA IL TUO VIAGGIO

    Fase 1 → IL VOLO

    Trova il volo e prenota.
    I migliori siti per confrontare i prezzi e scegliere le date migliori per risparmiare sono Momondo e Kayak Explore oppure vai direttamente sul sito delle principali low cost europee Ryanair e EasyJet.

    Fase 2 → HOTEL

    Scegli il tipo di pernottamento che preferisci a seconda del budget o del tipo di vacanza che vuoi fare.

    Fase 3 → AUTO

    Se hai bisogno di un’auto su Rentalcars puoi trovare le migliori offerte di tutte le compagnie del luogo, confrontare i prezzi e scegliere la macchina giusta per te.

     

     

    COSA ASPETTI? DECIDI, PRENOTA E PARTI!

     

    Cosa vedere a Copenaghen in 6 giorni

    Cosa vedere a Copenaghen in 6 giorni

    Copenaghen è una capitale relativamente piccola ma ricca di cose da fare e da vedere sia in città che nei dintorni. Nel mio ultimo viaggio vi ho trascorso 6 piacevolissime giornate allietate ulteriormente da un clima caldo e sereno.
    Se hai voglia di visitare una capitale Europea ti racconto cosa vedere in questa bella città nordica

     

    ORGANIZZAzione deL VIAGGIO

    La scelta della destinazione è stata casuale. Volevo trascorrere qualche giorno in una capitale spendendo poco così ho innanzitutto cercato voli low cost della Ryanair. Ho trovato biglietti per Copenaghen a 50€, ho fatto un po’ di ricerca per vedere cosa la città offrisse e motivata dalle tante possibilità ho prenotato senza pensarci troppo. In realtà una sorpresina l’ho avuta…gli hotel sono parecchio cari ma alla fine ho scelto un ostello con camere famigliari, estremamente moderno, pulito, confortevole e a due passi dal centro, l’Urban House.

    Cosa vedere a Copenaghen day by day

     

    Giorno 1

    I Giardini di Tivoli

    Copenaghen offre diverse possibilità per organizzare un tour rilassante e vario. La mezza giornata dopo l’arrivo l’abbiamo trascorsa al famoso parco divertimenti noto come Giardini di Tivoli. Io non amo i parchi divertimento ma questo l’ho trovato incantevole.

    E’ il secondo più antico d’Europa, il primo si trova anche in questa città. Alcune giostre sono ancora quelle originali, come le montagne russe in legno. Ma non mancano anche quelle da brivido… In questo parco abbiamo alcuni record quali la giostra più antica e quella più alta al mondo.
    Il tutto è circondato da un bellissimo parco con laghetto che di notte si illumina come un villaggio fatato, chioschetti con ogni tipo di dolciume e caramella, zucchero filato e pasticcini. Ristoranti di ogni genere di ottima qualità. E ogni sabato a mezzanotte, per la gioia dei bambini, spettacolo pirotecnico. Un paese dei balocchi in vero stile retrò. Il mio consiglio quindi è di andare nel tardo pomeriggio del sabato per poter arrivare alla mezzanotte ed ammirare la magia dei fuochi d’artificio riflessi nei laghetti del parco.

    Giorno 2

    Centro storico, residenza reale, fortezza e Sirenetta

    Il secondo giorno attraversiamo il centro storico, lo Strøget, vasta zona pedonale, ricca di piazze, chiese, fontane e monumenti splendidi. Partendo dalla piazza del Municipio Radhuspladsen ispirata alla piazza di Siena, si può percorrere la Strædet composta in realtà da due strade, Læderstræde & Kompagnistræde, parallele alla più affollata Strøget. Negozi, locali, bar e ristoranti riempiono queste strade sempre affollate. Molti edifici di epoca medioevale sono stati distrutti dall’incendio del 1795 ma il quartiere conserva ancora tutto il suo fascino nordico. Arrivati alla grande Piazza di Kongens Nyrtorv abbiamo incontrato la parata delle guardie reali diretta alla residenza reale, l’Amalienborg Slot, dove ogni giorno a mezzogiorno avviene il cambio della guardia. Di fronte si erge la bellissima Marmorkirken, chiesa neobarocca, tesoro architettonico di Copenaghen con la sua maestosa cupola ispirata a quella di San Pietro in Roma.

    Ci dirigiamo verso il mare e i bellissimi giardini di Amaliehaven. Qui il lungo mare è un luogo davvero piacevole e rilassante. Si sente il profumo del mare e si ha una splendida vista sulla moderna Opera House, sull’altra sponda del canale. Chioschetti che preparano hot dog, waffle, limonate e caffè. Street food da mangiare seduti sul molo tra giardini, fontane, battelli che passano lentamente sulle acque calme del canale e ragazzi in bicicletta che percorrono il belvedere.

    Dopo pranzo una bella passeggiata lungo il canale ci porta verso il mare per ritrovare il simbolo della città, la Sirenetta, raffigurante uno dei personaggi più famosi delle storie di Hans Christian Andersen. La statua, non sempre apprezzata, ha subito negli anni parecchi atti di vandalismo ma ogni volta viene velocemente rimessa a nuovo.

    Al ritorno è possibile prendere una strada parallela che passa attraverso Kastellet, la fortezza a forma di stella che è uno dei siti storici più suggestivi della città. Con il suo fossato e i verdi bastioni racchiude splendide caserme, una cappella e un mulino a vento. Da qui si gode di una bella vista sul porto.

    Torniamo verso Piazza di Kongens Nyrtorv, questa volta passando per Bredgade, per dirigerci verso il bellissimo e caratteristico canale di Nyhavn. Un susseguirsi di palazzi colorati in stile nord Europeo che si riflettono sul canale e tanti locali in cui sedersi a bere o pasteggiare.
    Da qui è possibile fare un giro sulle numerose barche che attraversano la città offrendo la possibilità di ammirarla da un differente punto di vista. A me è piaciuto tanto e mi ha permesso di individuare zone da visitare il giorno seguente.

    La giornata si chiude con cena sul canale a base di patate e salmone in crema all’aneto accompagnati da birra danese.

    Giorno 3

    L’isola Castello, Christianshavn, Christania e tour in bicicletta

    Puoi dedicare il terzo giorno alla visita del quartiere di Slotsholmen, isola ricca di storia, palazzi e guglie che svettano alte in cielo.

    L’isola è quasi interamente occupata dal Christiansborg Slot, sede del parlamento e dell’ufficio del primo ministro. Salendo sull’ alta torre si trova un ristorante molto rinomato, il Tarnet, da cui è possibile godere di una bellissima vista della città. Altre attrazioni dell’isola sono il Palazzo della Borsa e la biblioteca Reale, il “Diamante Nero”, uno dei gioielli di architettura moderna più apprezzati di tutta la Scandinavia.

    Prendiamo il ponte che da Slotsholmen ci porta a Christianshavn. In questo quartiere si respira un’atmosfera piacevole e rilassata che ricorda una piccola Amsterdam. Stretti canali che scorrono tra palazzi antichi con barche ormeggiate accanto a locali e caffè con dehor su pedane galleggianti.

    Molto bella la chiesa di Vor Frelsers Kirke dalla cui torre a spirale alta 95 m e accessibile tramite 400 gradini, è possibile godere di una vista mozzafiato. Da qui un tempo si faceva vedetta per dare l’allarme nel caso dei frequenti e temuti incendi, in particolare dopo quello che nel 1795 distrusse quasi un quarto della città.

    Se sei alla ricerca di una destinazione alternativa puoi visitare la comunità di Christania. Si tratta di una zona immersa nel verde abitata da una comunità hippy nata negli anni ’70. Edifici bizzarri, caravan in legno, carri di rom e case galleggianti in un parco lussureggiante in cui poter passeggiare a piedi o in bicicletta.

    Proseguendo accanto al ponte pedonale di Inderhavnsbroen si trovano due locali in cui è possibile pranzare. Qui diversi chioschi di ottimo street food di varie parti del Mondo da gustare su tavoli di legno e sdraio sul molo che costeggia il canale. Da qui si vede come la gente del posto ama trascorrere la pausa pranzo in relax, prendendo un po’ di sole o leggendo un libro, aspetto del popolo danese mi ha molto colpito. Sapere cogliere momenti piacevoli anche nel bel mezzo di giornate lavorative.

    A questo punto prendiamo il ponte pedonale al fondo del quale ci fermiamo al Copenaghen Bicycles Aps per noleggiare delle biciclette e immergerci ancora di più nello stile di vita danese. Con queste torniamo in esplorazione dei quartieri visitati in mattinata, di Christania e del percorso che il giorno precedente ci ha portato verso la Sirenetta e oltre fino al porto. Meglio non avventurarsi nel traffico. Ci sono poche macchine ma pedalare tra le tante biciclette in fermento non è semplicissimo…

    Concludiamo la giornata con un buon gelato a Nyavn.

    Giorno 4

    Malmö, Svezia

    Il ponte di Öresund, capolavoro di ingegneria lungo 16 km, collega la città svedese di Malmö con Copenaghen. Con 23 € circa e 40 minuti di treno si raggiunge questa piacevolissima cittadina svedese.

    Qui è possibile spostarsi a piedi dalle stazione verso il centro storico sulla via principale, Mälarbron e Hamngatan, arrivando alla bella piazza quadrata di Stortorget. Sulla via pedonale trovate la Apoteket Lejonet, una caratteristica farmacia di fine Ottocento con bellissimi interni d’epoca.

    Si prosegue su Södergatan facendo una deviazione verso Lilla Torg, la piazza più bella di Malmö, risalente al 1592 ed ora uno dei luoghi di ritrovo più alla moda della città.  Ritornando su Södergatan si prosegue fino a Gustav Adolfs Torg, ultima piazza molto grande in cui è possibile fermarsi a curiosare tra le bancarelle del mercato.

    Tornando verso la stazione potete ancora percorrere il canale che va verso il faro e da qui se avete voglia incamminarvi verso le spiagge.

    La cittadina è molto piacevole, poco turistica e meno costosa di Copenaghen. Con i suoi affascinanti contrasti tra architettura storica e moderna è una meta in cui vale la pena trascorrere una giornata intera.

    Giorno 5

    Castelli di Kronborg a Elsinore e Frederiksborg

    La Danimarca è famosa per i suoi magnifici castelli. Per partire alla scoperta di due tra i più famosi di questi, il Kronborg di Amleto a Elsinore e il Frederiksborg, da Copenaghen è possibile spostarsi in poco tempo verso nord, in treno, in auto o con tour organizzati di una giornata.

    Percorrendo la Riviera danese verso Helsingør, dalla quale si gode di una splendida vista sullo Stretto di Øresund e della costa svedese dall’altra parte, si arriva al Castello di Frederiksborg situato nel centro di Hillerød e costruito su tre isolotti nel lago del Castello circondato da giardini, tra cui il più romantico in stile inglese e quello più formale in stile barocco francese.

    Il Castello di Kronborg, noto anche come Elsinore, si trova affacciato sul mare dinnanzi allo stretto di Øresund. È uno dei castelli rinascimentali meglio conservati del nord Europa ed è famoso in tutto il mondo grazie all’Amleto di Shakespeare. Essendo il castello più popolare della Danimarca, Elsinore attira 200.000 visitatori ogni anno.
    Qui potete trovare informazioni sui castelli più belli della Danimarca.

    Giorno 6

    Norreport, castello di Rosenborg, mercato coperto e quartiere latino

    Ultima giornata dedicata al passeggio rilassato senza grandi programmi per poter assaporare meglio l’atmosfera di questa bella città nordica.

    Per prima cosa facciamo colazione in una della tante buonissime pasticcerie del posto. Entrando il profumo di spezie e caffè sono davvero irresistibili! Se vi piacciono i sapori dei paesi nordici, sono una vera prelibatezza. Cardamomo, cannella, chiodi di garofano…brioches, panini neri ai cereali, alla segale, alle noci, salati o glassati. Davvero deliziosi.

    La mattinata è dedicata allo shopping ma spostandoci in direzione Norreport. Questo delizioso quartiere è un mix di ristoranti, locali, mercati e collezioni d’arte. Inoltre vi si trova la Galleria d’Arte Nazionale di Danimarca (Statens Museum for Kunst) e il bellissimo castello di Rosenborg Slot circondato da un fossato e giardini rigogliosi.

    Per pranzo ci dirigiamo al da Aamanns Deli & Takeaway per provare le tipiche smorrebrod, tartine di pane di segale guarnite in infiniti modi. Un mix di carne, pesce, uova o formaggi abbinate a verdurine, germogli, semi, spezie e aromi. Una delizia per gli occhi e per il palato. Il posto è piccolo ma molto accogliente, io ho prenotato direttamente dal sito.

    Dopo pranzo visita al Castello di Rosenborg e passeggiata nei meravigliosi giardini con laghetti e anatroccoli.
    Infine un giretto al famoso mercato coperto Torvehallerne KBH. Bancarelle e stand di prelibatezze danesi. Materie prime come mirtilli rossi e funghetti, pane e dolci, smoothie e acque aromatizzate di ogni tipo fatte al momento, carne, formaggi e una fantastica varietà di pesce, salmone e crostacei freschi da mangiare sul posto. Altamente consigliato per trascorrere un pranzo veloce ed economico.

    Ritorno verso l’hotel passando dalla vivacissima Købmagergade, nel quartiere latino, uno dei più antichi e suggestivi di Copenaghen ricco di edifici storici in tinte pastello. Sosta alla Torre Rotonda (Rundetarn) che con la sua rampa elicoidale porta sulla cima da cui è possibile godere di una splendida vista in pieno centro storico.

     

    Il mio viaggio si conclude così.

    Tante cose da vedere senza troppa fretta e con tante occasioni di relax per poter godere appieno dello stile di vita Danish Hygge.

    Se avete 6 giorni e volete visitare una capitale Europea, Copenaghen è un’ottima scelta. Da soli, in coppia o con due piccoli e curiosi bambini come ho fatto io!

    Cosa aspettate?

    Leggi anche:
    Sei mai stato a Copenaghen? Una città dalle tante sorprese!

    Vorresti organizzare un viaggio ma non sai da dove cominciare?

     


    ORGANIZZA IL TUO VIAGGIO A COPENAGHEN

    Fase 1 → IL VOLO

    Trova il volo e prenota.
    I migliori siti per confrontare i prezzi e scegliere le date migliori per risparmiare sono Momondo, Kayak Explore e Skyscanner.

    Fase 2 → HOTEL

    Scegli il tipo di pernottamento che preferisci a seconda del budget o del tipo di vacanza che vuoi fare.

    La mia scelta testata è Hostel Urban House

    Fase 3 → DOVE MANGIARE

    Da Aamanns Deli & Takeaway troverai i migliori smørrebrod che abbia mangiato. Tipiche tartine a base di pane di segale guarnite in un’infinità di modi diversi. Ti consiglio di provarli tutti! Puoi prenotare direttamente sul sito.

    Se vuoi provare uno street food di qualità da gustare su tavolate direttamente in riva all’acqua, da Papirøen sull’ “Isola della Carta”.

    Al mercato di Torvehallerne, il principale mercato alimentare di Copenhagen a Frederikssborgade si può provare qualsiasi prodotto locale oppure gustare un pasto veloce a base smørrebrod, salmone, crostacei, sandwich, rinfrescanti smotie e centrifugati fatti al momento ed eccellenti selezioni di tè e caffè con profumati dolcetti tipici.

    Fase 4 → AUTO

    Se hai bisogno di un’auto su Rentalcars puoi trovare le migliori offerte di tutte le compagnie del luogo, confrontare i prezzi e scegliere la macchina giusta per te.

    Fase 5 → TRANFERT AEROPORTO

    L’Aeroporto di Copenaghen è collegato al centro città con un comodo treno che vi porterà in soli 15 min. per un costo di 5€.
    Qui tutte le info su trasporti e costi per girare a Copenaghen.

    Fase 6 → PRENOTAZIONI EVENTI, ATTRAZIONI, MUSEI

    Se vuoi toglierti il pensiero e prenotare in anticipo su Tripadvisor hai la possibilità di prenotare tour in bici, a piedi, in bus o in traghetto. Ingressi ai Giardini di Tivoli, a musei, mostre e palazzi.

    Visit Denmark!

     

    COSA ASPETTI? DECIDI, PRENOTA E PARTI!

     

    Sei mai stato a Copenaghen? Una città dalle tante sorprese!

    Sei mai stato a Copenaghen? Una città dalle tante sorprese!

    COPENAGHEN! Città moderna, accogliente, dinamica e ricca di storia. Se vuoi qualche idea su cosa fare e cosa vedere ecco una piccola guida per passare qualche giornata in perfetto stile danish hygge!

    Recentemente dovevo scegliere una meta per trascorrere qualche giorno con i miei bambini sempre affamati di scoprire luoghi nuovi. Guardo i voli, cerco la migliore offerta low cost e trovo Copenaghen. Mi focalizzo su diverse cose da fare che trovo interessanti per i bambini, scoprire cose nuove sì ma senza annoiarsi… Parchi divertimento, musei interattivi, giri in battello, piste ciclabili. Tante possibilità per creare un tour vario e divertente!

    Ho visitato Copenaghen per la prima volta nel 1990 o giù di li. L’avevo trovata una bella città ma aimè…pioveva sempre. Autunno molto sfortunato! Questa volta il clima era perfetto e nonostante fosse settembre il sole era ancora molto caldo e il cielo sempre terso e azzurro.

    Visitando questa bellissima città sono tante le sensazioni provate. Perché la consiglierei?

     

    STILE DI VITA

    Muoversi in bicicletta

    Credo che i danesi abbiano una giusta idea del vivere bene in semplicità e consapevolezza. La città è molto piacevole da girare, noi abbiamo sempre camminato. Mai preso nessun mezzo, bicicletta a parte. La città brulica di biciclette, a volte fan quasi paura per quante sono ma in compenso si vedono molte poche macchine.
    Puoi trovare uomini in abito e ventiquattrore in bicicletta, chi trasporta carretti o chioschetti, mamme con carrozzina annessa, signore a passeggio. In estate ma anche in inverno con guanti e cappello. Tutti in bicicletta insomma…anche noi, ma su questo stenderei un velo visto che mi hanno quasi travolta…

    Una città sospesa tra i canali

    Un’altra cosa che mi ha colpita sono i canali che attraversano la città in riva ai quali la gente trascorre la pausa pranzo su tavoli di legno condivisi, a pasteggiare o a leggere un libro su sedie sdraio con il piacevole rumore dell’acqua di sottofondo, il profumo del mare, barche che passano lentamente, il sole tiepido, i sorrisi della gente. E la sera i locali con i dehor hanno una coperta poggiata su ogni sedia in vero stile danish hygge. Questa cosa mi ha fatto impazzire. Li amo!

    Vivere hygge style

    A Copenaghen tutto è hygge. Questa filosofia che si sta diffondendo anche da noi è difficile da spiegare. Creare atmosfere accoglienti, assaporare i piaceri della vita, sfruttare ogni piccolo momento per sentirsi felici. Ritrovarsi con persone a cui vuoi bene su un tavolino sul modo avvolti in una coperta sorseggiando un caffè caldo e fumante e assaggiando dolcetti profumati alla cannella. Questo è higge e questo è il motivo per cui i danesi vengono considerati tra i popoli più felici al mondo!

     

    LA CITTA’

    Copenaghen è stata eletta città più vivibile d’Europa e questa è esattamente la sensazione che ho avuto io vivendola anche solo per pochi giorni.
    La lingua è il danese ma tutti parlano inglese quindi se hai un minimo di dimestichezza con la lingua non sarà un problema comunicare.

    Modernità e tradizione

    E’ una bellissima città all’avanguardia, design moderno affiancato a quartieri ricchi di storia e tradizioni. Edifici storici, palazzi reali, meravigliosi musei, gallerie d’arte e splendidi giardini.
    Una città moderna sempre al passo con le ultime tendenze nell’ambito di moda, design e architettura. Locali  rinomati come il famoso Noma, ristorante stellato tra i più famosi al mondo dove il connubbio tra modernità e tradizione sono il punto di forza.
    Tante possibilità per trascorrere serate mondane, d’atmosfera o giocose coi bambini.

    Cosa fare

    Costruita su canali pittoreschi a due passi dal mare di cui se ne sentono la brezza e il profumo. Una città che sa stupirti in ogni periodo dell’anno. Capitale cosmopolita, bike-friendly, gay-friendly, vibrante e dinamica. Le strade e i quartieri sono puliti e funzionali, poco traffico, molte strade pedonali, caffè, locali e negozi. Puoi fare un giro in bici tra giardini e quartieri attraversando i canali e fermandoti a fare uno spuntino sul molo, visitare la città su un battello osservandola da una diversa prospettiva oppure trascorrere una giornata nei più antichi parchi divertimento del mondo. Tra questi assolutamente da non perdere nel centro città sono i Giardini di Tivoli risalenti al 1843. Angoli suggestivi illuminati da lucine variopinte, laghetti, chioschi di dolciumi colorati degni di un paese dei balocchi, giostre mozzafiato da record (la più alta del mondo) o montagne russe scricchiolanti in legno costruite nel 1914 (le più antiche del mondo), eventi, concerti e spettacoli pirotecnici: vi farà perdere la nozione del tempo.

    I QUARTIERI

    La città è divisa in sette quartieri principali ognuno dei quali contraddistinto da proprie particolarità.

    • L’Indre By è il centro storico ed è tutto visitabile a piedi. Qui si trovano la strada pedonale più lunga d’Europa, la Strøget, i giardini di Tivoli, il canale dalle facciate variopinte di Nyhavn in cui ha vissuto il famoso scrittore di favole Hans Christian Andersen e il brulicante quartiere latino.
      Spostandosi dalla via principale si possono scorgere alcuni scorci che mostrano il vero cuore di Copenaghen. Le piccole strade di Magstræde e Snaregade o la preziosa piazzetta nascosta di Gråbrødretorv, circondata da case rosse in legno dal caratteristico sapore nordico.
    • Østerbro è il quartiere più chic con tante zone verdi adatte ai bambini e in cui puoi passeggiare verso la cittadella del Kastellet e la statua della Sirenetta, simbolo della città.
    • Christianshavn è un quartiere caratterizzato da una piacevole atmosfera rilassata. Locali alla moda, piccoli canali con barchette ormeggiate sotto eleganti palazzi d’epoca la fanno assomigliare a una piccola Amsterdam. Proprio in questo quartiere si trova Christiania, zona caratteristica in cui vive una comunità autonoma legata a filosofie hippie anni ‘70 sviluppata in un parco senza macchine e con case dalle strane architetture variopinte costruite in baracche, caravan o capanne precarie.
    • Nørrebro è sicuramente la zona più alla moda, vibrante e multiculturale dove si trova la Galleria a cielo aperto Airplay che espone fotografia e arte digitale.
    • Vesterbo è la zona trendy in cui puoi fare colazione da Granola, uno dei caffè più amati della città, e visitare il Museo di Copenaghen e la birreria Carlsberg.
    • Frederiksberg, più fuori mano, è il quartiere benestante con grandi case e ristoranti rinomati. Qui si trovano lo zoo di Copenaghen e il Frederiksberg Have, uno dei parchi più grandi e antichi della città dove è possibile affittare una barca per una gita sui canali tra parchi verdi e bellissimi panorami.
    • Ørestad è il quartiere più nuovo e all’avanguardia costruito sull’isola di Amager, caratterizzato da design moderno e accattivante.

    Copenaghen è stata una meravigliosa sorpresa per come ha saputo evolversi e rinnovarsi negli anni. Nonostante i limiti che una città nordica può avere a causa del clima, sa essere calda, ospitale e… felice! Le persone sanno sfruttare le risorse che possiedono e vivere di bellezza e semplicità.

    Per questi motivi, se hai voglia di passare qualche giorno veramente higge…vai a Copenaghen!

    Leggi anche:
    Cosa vedere a Copenaghen in 6 giorni.

    Vorresti organizzare un viaggio ma non sai da dove cominciare?


    ORGANIZZA IL TUO VIAGGIO A COPENAGHEN

     

     

    Fase 1 → IL VOLO

    Trova il volo e prenota.
    I migliori siti per confrontare i prezzi e scegliere le date più economiche sono  Momondo, Kayak Explore e Skyscanner.

    Fase 2 → HOTEL

    Scegli il tipo di pernottamento che preferisci a seconda del budget o del tipo di vacanza che vuoi fare.

    La mia scelta testata è Hostel Urban House

    Fase 3 → DOVE MANGIARE

    Da Aamanns Deli & Takeaway troverai i migliori smørrebrod che abbia mangiato. Tipiche tartine a base di pane di segale guarnite in un’infinità di modi diversi. Ti consiglio di provarli tutti! Puoi prenotare direttamente sul sito.

    Se vuoi provare uno street food di qualità da gustare su tavolate direttamente in riva all’acqua vai da Papirøen sull’ “Isola della Carta”.

    Al mercato di Torvehallerne, il principale mercato alimentare di Copenhagen a Frederikssborgade si può provare qualsiasi prodotto locale oppure gustare un pasto veloce a base smørrebrod, salmone, crostacei e  sandwich o dolcetti profumati accompagnati da rinfrescanti smoothie , centrifugati ed eccellenti selezioni di tè e caffè.

    Fase 4 → AUTO

    Se hai bisogno di un’auto su Rentalcars puoi trovare le migliori offerte di tutte le compagnie del luogo, confrontare i prezzi e scegliere la macchina giusta per te.

    Fase 5 → TRANSFER AEROPORTO

    L’Aeroporto di Copenaghen  servito da un comodo treno che vi porterà in soli 15 min  al centro città per un costo di 5€.
    Qui tutte le info su trasporti e costi per girare a Copenaghen.

    Fase 6 → PRENOTAZIONI EVENTI, ATTRAZIONI, MUSEI

    Se vuoi toglierti il pensiero e prenotare in anticipo su Tripadvisor hai la possibilità di prenotare tour in bici, a piedi, in bus o in traghetto. Ingressi ai Giardini di Tivoli, a musei, a mostre e palazzi.

    Visit Denmark!

     

    COSA ASPETTI? DECIDI, PRENOTA E PARTI!